Solo l’amore ci salverà (teaser)

L’idea di un documentario sul nuovo Centro Congressi a Roma è ormai di nove anni fa. Nonostante l’edificio sia ormai inaugurato e in attività,il documentario ancora non è finito: per natura ha cambiato spesso forma e contenuti, fino ad assumere la configurazione definitiva dove l’architettura è una figura – di certo imponente –ma sullo sfondo. Il centro del racconto non è più solo il nuovo Centro Congressi Italia–raccontato dalla posa della prima pietra alla sua inaugurazione come “materiale di repertorio”, come storia ­– ma una riflessione sul nostro tempo, sul futuro e in particolare sul concetto di Accoglienza che mai come in questo momento richiede attenzione. Il racconto quindi vede l’alternarsi di un’opera architettonica nata per accogliere, personaggi e persone che riflettono intorno alla parola “accoglienza” e alle sue declinazioni, e infine delle visioni, non completamente reali, dove il Centro Congressi è un’arca metà terrestre metà spaziale, capace di accogliere un’umanità in crisi, invisibile eppure piena di speranza.

The idea for a documentary about the new Conference Centre in Rome first surfaced nine years ago. Although the building has long been inaugurated and functioning, the documentary is still not finished; by their very nature its form and content have evolved constantly, right up to its definitive conformation, in which the architecture has become a background figure – albeit an imposing one. The focus of the narrative is now not just the new Centro Congressi Italia – described from the laying of the first stone to its inauguration as “archive material”, as a history – and as a reflection on our times, on the future and, in particular, on the concept of Welcome, which has never before been quite so imperative. The story focuses alternately on a piece of architecture designed to welcome, on well-known figures and people reflecting on the word “welcome” and its various meanings, and lastly on visions that are not entirely real, in which the Conference Centre becomes an ark, part earthly and part spatial, capable of welcoming humanity in crisis, invisible yet full of hope.

Film profile

Director: Elisa Fuksas
Year: 2017
Duration: 10′
Country: Italy
Language: Italiano / Italian language
Scheduled for MDFF 2017

Comments are closed.