Online Milano Design Lab

MDLab - copertina MDLab - internoitaliano MDLab - Ballo + Ballo MDLab - Louis Ghost MDLab - Personaggio AM MDLab - architettura Milano mai vista
<
>
Lecture Il personaggio — Alessandro Mendini. Io non sono un architetto, sono un drago

Milano Design Lab è una piattaforma digitale per video educativi interattivi. Si propone come un innovativo strumento di apprendimento e conoscenza della cultura del progetto. È dedicata a studenti, professionisti, giornalisti e appassionati di design. Ciascuno può accedere online ai corsi che presentano personaggi, case history imprenditoriali, oggetti-icona della storia del design contemporaneo, visioni e storie. Bacino di riferimento è l’immenso patrimonio progettuale che offre l’Italia, con Milano e la Lombardia in testa. La videoteca digitale è volta a un’indagine sulla progettazione a 360 gradi che include il confronto con la storia, l’attualità, le pratiche e le persone. E approfondimenti interdisciplinari negli ambiti dell’architettura, design, food, landscape design, moda, urbanistica e sostenibilità.

Milano Design Lab sceglie il web per poter essere seguito istantaneamente. Mentre il video è il supporto principale delle lecture perché immediato, empatico, coinvolgente e istruttivo. Ogni corso è composto da un video/filmato interattivo suddiviso in capitoli, che consente l’accesso, durante la riproduzione, a ulteriori approfondimenti digitali: testi, photogallery, contributi audio e video, link esterni. La fruizione è intuitiva e libera, la visione del video può essere continuativa o, a scelta, la si può interrompere per consultare il materiale extra.

L’idea nasce dall’unione delle rispettive competenze delle società MiCue Milano Design, organizzatrice dal 2012 del Milano Design Film Festival, MUSE, specializzata in progetti editoriali e multimediali per aziende, enti, istituzioni, e Associazione Culturale teatro in-folio, fondata nel 2001 per la curatela e produzione di progetti teatrali in collaborazione con Teatri Stabili, I Saloni, Beijing Design Fair. Milano Design Lab è stato ammesso al bando Linea Creatività: eventi e luoghi per l’innovazione nella moda e nel design, prevista dalla deliberazione 26 settembre 2014, n. 2435, che approva il “Piano d’azione per la moda e il design 2014–2015”.

ECCO LE PRIME CINQUE LECTURE:

Imprese — Internoitaliano Il tempo del desiderio

L’organizzazione delle aziende sta cambiando. Nuovi criteri, processi produttivi e strategie di comunicazione, si sviluppano in parallelo a quelli tradizionali. Internotaliano, è un brand concepito come fabbrica diffusa da Giulio Iacchetti con Silvia Cortese e una rete di artigiani e designer indipendenti. Una struttura leggera che scardina la classica catena distributiva e valorizza la manifattura nostrana, restituendo alla casa una importante centralità culturale. Un caso apripista, qui presentato dagli stessi protagonisti.

Fotografia — Ballo + Ballo Il terzo occhio dell’architetto

La coppia di fotografi che ha cambiato per sempre il modo di fotografare e raccontare gli oggetti: Aldo Ballo e Marirosa Toscani Ballo. Una storia personale e professionale cresciuta negli anni che hanno preceduto di tanto l’introduzione del digitale e che ha accompagnato l’affermazione delle principali aziende italiane nel mondo. E che ha ancora molto da insegnare. Il dietro le quinte dei set, i lavori indimenticabili, gli incontri di un percorso nell’avanguardia.

Prodotto — Louis Ghost La sedia del re

La sfida tecnologica lanciata nel 1999 da Kartell con Philippe Starck ha aperto la strada al “design trasparente”, grazie alla ricerca sul policarbonato. Utilizzato in modo rivoluzionario, con un processo di iniezione a un unico stampo, ha dato vita a una sedia, La Marie, seguita due anni dopo da una poltroncina, Louis Ghost, e quindi da una collezione in continua espansione a firma anche di altri designer. Ma la poltroncina che gioca con le forme barocche delle sedute Luigi XV resta un’icona della civiltà contemporanea.

 Il personaggio — Alessandro Mendini. Io non sono un architetto, sono un drago

Progettista, artista e teorico Alessandro Mendini è noto per la folla di personaggi che ha generato la sua sfaccettata personalità. Lo incontriamo nel luogo della sua infanzia, Casa Boschi a Milano, e con la consueta generosità ci accompagna, non senza sorprese, nel suo universo creativo. Lontano dall’essere un compendio biografico la video-intervista accompagna alla scoperta di aspetti poco indagati, restituendoci i tratti di un uomo che, a dispetto dei suoi 85 anni, riesce ancora a trasmettere lo stupore infantile.

Architettura — Milano mai vista

Il capoluogo lombardo è una città schiva, che non si mostra e va scoperta con pazienza, curiosità e determinazione. Luogo generatore di cambiamenti, cela nella sua storia, una densa sovrapposizione di progetti, anche molto visionari, mai realizzati, ma che sembrano essere comunque entrati nel suo dna. Il video, ideato per una visione simultanea su doppio schermo, è tratto dalla mostra omonima a cura di Fulvio Irace e Gabriele Neri, allestita alla Triennale di Milano nel 2015.

www.milanodesignlab.com

Comments are closed.