Mdff per MIDA 2019_83° Mostra Internazionale dell’Artigianato


In occasione di MIDA 2019, 83esima Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze, Mdff presenta una rassegna di corti e lungometraggi in cui viene esaltata la figura del designer artigiano, figura in continua espansione. 

L’artigianato è uno tra i valori del Made in Italy che ne designa la qualità sia nella scelta dei materiali sia nella loro elaborazione tecnica. La creatività a servizio di una tradizione duratura e forte, è una matrice potentissima che elabora nuove forme, portando avanti questa nostra peculiare espressione artistica. I prototipi classici si ripetono e rigenerano davanti ad una vastissima produzione in cui il nostro paese primeggia.   

La conservazione del ruolo del “fatto a mano” legato all’innovazione e all’evoluzione contemporanea danno frutto ad una branchia sottile nel settore del design, promossa da tutti i fronti e protetta all’interno del mondo industriale. Dietro ogni artigiano c’è ricerca, tecnica e cura per ogni pezzo che ne esaltano la forma e la funzionalità, l’esperienza estetica del lavoro particolare accresciuta dalla soddisfazione di realizzare un oggetto con le proprie mani sta alla base del lavoro artigianale.

MIDA è una mostra che porta avanti questi ideali, promuovendone le giovani proposte e allo stesso tempo portando avanti i nomi storici. Per questa edizione Mdff sarà presente con una selezione di corti e lungometraggi che parlano e portano sullo schermo il lavoro di alcuni designer artigiani esemplari nella loro tecnica innovativa e nella realizzazione formale. Giacomo Moor, Emmanuel Babled, Marco Guazzini, Lino Sabattini, Tobia Scarpa e Chiara Alessi sono le figure selezionate che fossero ognuno un focus su un particolare aspetto del loro lavoro o del loro punto di vista, reso visibile dai film qui proposti: Giacomo Moor è esempio di artigiano imprenditore interpretando visivamente, grazie alla regia di Iacopo Carapelli, il processo creativo e di realizzazione completa del lavoro; Emmanuel Babled offre invece uno sguardo europeo dell’artigiano nell’industria del design. Marco Guazzini illustra il suo materiale autentico per eccezione: il marwoolus, un materiale ibrido tra marmo e lana, prodotti d’ eccellenza presenti sul suo territorio d’origine, da una parte il marmo di Pietrasanta e dall’altro la tradizione tessile di Prato. Le personalità di Sabattini e Tobia Scarpa sono ormai storicizzate e rilevanti in questo campo, mentre il film di Chiara Alessi pone l’attenzione su come le realtà del design ormai sia contaminata da tutti i settori dal terziario all’industria locale, e uno spaccato su queste realtà ne disegnano l’aspetto contemporaneo. 

MIDA si terrà dal 24 aprile al 1° maggio 2019 alla Fortezza di Basso, Firenze, e per tutto il tempo verrà mandata in loop la rassegna installata nel padiglione Cavaniglia nella sezione intitolata “Atelier. Tempi e forme dell’artigianato”, insieme a una selezione di aziende artigiane invitate a cura di Eligo Studio che comprende dagli esercizi storici e dell’Oltrarno ad aziende di eccellenza del settore design.

On the occasion of MIDA 2019 the 83rd International Handcraft Exhibition, Mdff presents a series of short films and feature films in which the figure of the artisan designer, now ever-expanding, is exalted.

Craftsmanship is one of the values ​​of Made in Italy that designates quality both in the choice of materials and in their technical processing. The creativity at the service of a long-lasting and strong tradition, is a powerful matrix that elaborates new forms, bringing forward our peculiar artistic expression. The classic prototypes are repeated and regenerated in front of a vast production in which our country excels.

The preservation of the role of “handmade” related to innovation and contemporary evolution bears fruit in the field of thin design, promoted from all fronts and protected within the industrial world. Behind every craftsman there is research, technique and care for each piece that enhance the shape and functionality, the aesthetic experience of the particular work and then the satisfaction of making an object with one’s own hands is the basis of the craft work.

MIDA is a exhibition that carries forward these ideals, promoting the young proposals and carrying at the same time the already successful names. 

For this edition Mdff will be present with a selection of short films and feature films that speak and bring to the screen the work of some exemplary artisan designers in their innovative technique and formal realisation. Giacomo Moor, Emmanuel Babled, Marco Guazzini, Lino Sabattini, Tobia Scarpa and Chiara Alessi are the figures that we have selected as paradigms especially with these films that expresses a focus on a particular aspect of their work or their point of view: Giacomo Moor is an example of an artisan entrepreneur, thanks to the direction of Iacopo Carapelli,  showing the creative process and complete realization of the work; Emmanuel Babled, on the other hand, offers a European look at the artisan in the design industry. Marco Guazzini illustrates his authentic material by exception: the marwoolus, a hybrid material between marble and wool that are the excellences present on its territory of origin, on the one hand the marble of Pietrasanta and on the other the textile tradition of Prato. The personalities of Sabattini and Tobia Scarpa are now historicized and relevant in this field, while the film by Chiara Alessi focuses on how the realities of design are now contaminated by all sectors from the service sector to local industry, and a cross-section of these realities draw the contemporary aspect.

MIDA will be at Fortezza di Basso, in Florence from the 24th of April to the 1st of May 2019, and during all the fair our review will be on loop installed inside Cavaniglia pavillion.

Scarica il programma completo dell’evento /
Download the complete program of the event:

Comments are closed.