MDFF 2019: tutte le novità sulla settima edizione del Festival

NEL VIVO DI MDFF. Giovedì 31 gennaio, a Milano, nella sede della Fondazione dell’Ordine degli Architetti, è stata presentata la settima edizione di Milano Design Film Festival alla presenza di un folto pubblico di giornalisti, aziende e appassionati. Le due curatrici, Antonella Dedini e Silvia Robertazzi, hanno presentato tutte le novità sul prossimo MDFF che si terrà dal 24 al 27 ottobre 2019, all’Anteo Palazzo del Cinema – sempre preceduto da un grande opening in Triennale – e che sarà caratterizzato dalla proclamazione dei vincitori del primo premio ARCHITECTURE FILM AWARD (AFA) e dalla presenza della guest curator Alice Rawsthorn, descritta come “The best design critic in the entire world”, già direttore del London Design Museum (2001-2006) e vincitrice dell’OBE (Order of the British Emperior) per i servizi offerti al design e alle arti (leggi l’intervista). 

PARLANO I PROTAGONISTI. Accanto a loro hanno preso parola Marco Müller, direttore della cattedra di “Stili e Tecniche del Cinema” dell’Accademia di architettura di Mendrisio – USI, nonchè produttore e critico cinematografico, che è stato scelto come Presidente della giuria dell’AFA; Stefano Tropea, consigliere Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano, istituzione che insieme a MDFF ha ideato il progetto del premio a cadenza biennale AFA, “nato per incentivare la produzione di opere cinematografiche dedicate all’architettura e alla progettazione più in generale, e per valorizzare l’uso del linguaggio audiovisivo quale strumento di comunicazione ad uso degli architetti”; e Cristina Tajani, Assessore alle politiche del lavoro, commercio, moda e design del Comune di Milano che ha rinnovato il sostegno a MDFF definendolo come “un appuntamento ormai imprescindibile per la città”.

IL TEMA DEL 2019. Entrando nel vivo del Festival, hanno spiegato le due curatrici “il fascino del cinema permette di raccontare temi e problemi in modo intimo e a volte poetico e di scandagliare le ripercussioni politiche, le implicazioni filosofiche, le potenzialità sperimentali dell’architettura offrendo agli spettatori strumenti critici sulla concezione del progetto e del progettare”. In quest’ottica è stato scelto il tema Mind The Gap, che sarà anche una riflessione sulla rivoluzione digitale che stiamo vivendo in quest’inizio secolo che porta con sé la nascita di nuove professioni, modalità di lavoro, estetiche e gerarchie dei valori e soprattutto uno stravolgimento nell’instaurasi delle relazioni.

LE MATINÉE ALL’ANTEO. Un’altra importante novità: da marzo a novembre, la multisala di Piazza XXV Aprile ospiterà sei matinée – una domenica al mese – con titoli di film proposti da MDFF. Un nuovo appuntamento volto anche a tenere attiva e unita una community sempre più numerosa! Qui le date da segnarvi in agenda: 10 marzo – 7 aprile – 12 maggio – 15 settembre – 13 ottobre – 17 novembre. Vi aggiorneremo sempre sul sito e i nostri canali social.

Il 2019  vede la riconferma della collaborazione con la Triennale di Milano, la Fondazione Dioguardi e ProViaggiArchitettura. Sarà un anno ricco di novità, non concentrate nella sola rassegna di ottobre, proprio per rendere MDFF un vero e proprio brand che rappresenta e crea maggiore consapevolezza intorno ai temi del design e dell’architettura attraverso un media, il cinema, che è esso stesso simbolo di creatività. Per continuare a realizzare un festival indipendente e dalla vocazione culturale.


 Scarica il comunicato stampa:

Italiano:
English:

 

 

 

 

Comments are closed.