Made with Heart and Soul

Il documentario ha un protagonista d’eccezione: Toshiyuki Kita, progettista giapponese, noto per le collaborazioni con le aziende italiane e per i suoi pezzi iconici divenuti classici della storia del design. Uno su tutti la “poltrona con le orecchie”, la Wink Chair, nel catalogo di Cassina. In parallelo ai suoi progetti di prodotto industriale e tecnologici, Made with Heart and Soul, racconta l’articolato progetto che Kita porta avanti dal 1968 con artigiani giapponesi. È un omaggio speciale che il designer dedica loro, sottolineando che il rispetto per la materia porta a preservare il rapporto ancestrale fra l’uomo e la natura. Raggiunti nei distretti più famosi, li osserviamo impegnati nelle varie fasi della celebre laccatura di mobili e oggetti e di quelle della lavorazione della carta e della ceramica, diretti da Kita nel cammino che tramanda il valore della tradizione in singolari oggetti contemporanei. Fanno da sfondo lirico, il paesaggio e i luoghi, che nel documentario completano il viaggio culturale e spazio temporale nel Giappone più segreto.

The documentary focuses on an exceptional man, Toshiyuki Kita, the Japanese designer known for his work with Italian companies and for iconic pieces that have become design classics. His standout design was the Wink Chair, an “armchair with ears” for Cassina. Along with his designs for industrial and technological products, Made with Heart and Soul explores the structured project that Kita has been taking forward since 1968 with Japanese craftsmen. It is a special homage to them from the designer himself, underscoring the concept that a respect for materials helps to preserve the ancestral relationship between man and nature. These craftsmen are glimpsed in some of the best-known districts, engaged in the various stages of the famous lacquering of furniture and objects and manufacturing paper and ceramics, guided by Kita, in a process that hands down the value of tradition through single contemporary objects. The landscape and the locations make up the lyrical background that completes the documentary’s cultural and time-space journey into Japan’s most secret side.

 

Film profile

Director: Toshiyuki Kita
Year: 2010
Duration: 20’
Country: Japan
Scheduled for MDFF 2017