L’esprit Le Corbusier

FONDAZIONE ORDINE ARCHITETTI

26 ottobre 2019 ore 19:30

È un rapporto alla pari. Il racconto di Le Corbusier è inesauribile, perché inesauribile è il rapporto che le sue opere stabiliscono con ognuna delle persone che vi entra in contatto. È successo anche al regista Gilles Coudert, che è cresciuto nel celebre quartiere realizzato alla metà degli anni Sessanta a Firminy, in Francia a pochi chilometri da Saint-Etienne. La cui Maison de La Culture è stata classificata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, insieme ad altri 16 siti progettati dall’architetto franco-svizzero, in giro per l’Europa, e in Argentina, Giappone e India. Un’esplorazione ragionata e commentata, fra gli altri, da Marco Barani, Ora Ito, Dominique Perrault, Kenzo Tange. Da lì a Marsiglia, all’Unité d’Habitation, fino al famoso Cabanon di Roquebrune visti con gli occhi di oggi e con materiale di archivio.
It’s an equal relationship. The story of Le Corbusier is endless, because endless is the relationship that its works establish with each person that engages with them. It’s the success that the director Gilles Coudert, who was born in the famous neighbourhood built in the middle of the 60s in Firminy, in France a few kilometres from Saint-Etienne. His Maison de La Culture was classified a World Heritage by UNESCO, together with other 16 sites planned by the french-swiss architect around Europe, in Argentina, in Japan and in India. An exploration reasoned and commented by Marco Barani, Ora Ito, Dominique Perrault, Kenzo Tange and many others. Starting from that moment in Marseilles, at the Unité d’Habitation, until the famous Cabanon of Roquebrune seen through the eyes of today with archival material.
Director: Gilles Coudert
Year: 2018
Duration: 52′
Language: Original Language, English subtitles
Country: France

Comments are closed.