Italy. The New Domestic Landascape

L’Introductory film, diretto da Giacomo Battiato con testi e visual di Emilio Ambasz, presenta il mood della leggendaria mostra curata da quest’ultimo al MoMA di New York nel 1972 (26 maggio-11 settembre). “Achievements and Problems of Italian Design”, riporta il sottotitolo del video ambientato in parte nella Galleria Vittorio Emanele II e in parte alla Scala, due spazi simbolici del capoluogo lombardo proposti al pubblico statunitense in modalità notturna e in modo onirico. E dove i pezzi di design italiano, destinati a diventare storici, sono protagonisti e sembrano messi lì a sancire il confronto fra passato e futuro. Nella pellicola, restaurata, il film prosegue con 5 singoli video, proposti dai rispettivi designer (Gae Aulenti, Ettore Sottsass, Joe Colombo, Alberto Rosselli) per documentare i loro avveniristici progetti di ambienti spaziali e nuove visioni progettuali (Superstudio). Scorrono poi per immagini anche gli altri protagonisti della mostra e la dichiarazione di un assente: Enzo Mari. I video, surreali o pop, sono di Gianni Colombo e Livio Castiglioni, Massimo Magrì, Osvaldo Marini. C’è tutto il sapore e la creatività dell’epoca.

The Introductory film, directed by Giacomo Battiato with texts and visuals by Emilio Ambasz, introduces the mood of the groundbreaking exhibition curated by the latter at MoMA in New York in 1972 (May 26 – September 11). “Achievements and Problems of Italian Design” is the caption of the video, shot in the Vittorio Emanuele II Gallery and at La Scala opera house. These two symbolic Milanese locations are offered to the American public in their nocturnal and oneiric versions, as the settings where pieces of Italian design, that later became iconic, come to life, and open a dialogue between past and future. The skillfully restored film continues with five videos, each curated by an iconic designer (Gae Aulenti, Ettore Sottsass, Joe Colombo, Alberto Rosselli) to chronicle their futuristic projects of spatial environments and delineate new visions of the design process (Superstudio). The film continues with images of the other protagonists of the exhibition and Enzo Mari’s statement, made in absentia. The videos, oscillating between pop-art and surrealism, are the work of Gianni Colombo and Livio Castiglioni, Massimo Magrì, Osvaldo Marini. There is all the flavor and creativity of that era.

Film profile

Director: Film a episodi / Episodic film, Autori vari
Year: 1972
Duration: 50′
Scheduled for MDFF 2018

Comments are closed.