I misteri del giardino di Compton House

giardinicomptonhouse_1 giardinicomptonhouse_2_ok
<
>
Regia: Peter Greenaway
Fotografia: Curtis Clark
Scenografia: Bob Ringwood
Costumi: Sue Blane
Musica: Michael Nyman
GB 1981/1982
108 mins

È il primo lungometraggio del regista-pittore inglese, Peter Greenaway, divenuto una pietra miliare della sua carriera. Esprime già la sua predilezione per la simbologia e l’esoterismo qui rivolta all’atto del guardare e del riprodurre nell’intreccio fra arte pittorica, arte cinematografica, dimensione architettonica e dimensione erotica, enfatizzato dal commento sonoro musicato da Michael Nyman sulle armonie di Henry Purcell. Finzione e realtà compongono i dodici quadri che dipinge il pittore Mr Neville su richiesta di Mrs Herbert. Adottando uno strumento monoculare, simile a un mirino della cinepresa, ma anche al dispositivo ottico usato da Canaletto e Dürer basato su proporzioni astronomiche e astrologiche empiriche, include ed esclude scene di vita della magione di Mr e Mrs Herbert, incamerando involontariamente le tracce dell’epilogo del Draughtsman’s Contract (come chiarisce meglio i contorni della trama il titolo originale del film). Il contesto è un giardino nel Kent inglese che racchiude a sua volta il gusto per il paesaggio del tardo Seicento, epoca in cui è ambientata la storia, e che rende coincidente nell’estetica della “veduta”, l’estetica cinematografica. Una sovrapposizione già indagata da Alain Resnais in Un anno fa a Marienbad, dichiarata fonte di ispirazione dei Misteri del giardino di Compton House. Il balzo indietro nel tempo per Greenaway, pur sempre filologicamente accurato, è sempre un pretesto per vivisezionare virtù, ma soprattutto vizi, della società contemporanea, spronando a una lettura più profonda delle immagini. E a una più consapevole assunzione di varietà del punto di vista su ciò che ci circonda, per andare oltre la consuetudine di ciò che appare in superficie.

In collaborazione con

Bonottoeditions


  • 1Anteo
  •  Istituto Italiano Fotografia
  •  Ordine Architetti Milano
  •  Pubblimetal
  •  L_SAE
  •  TVM
  •  Tenuta del Ferlaro, podere Schissati
  •  Chocolat Milano
  •  Fisar. Delegazione di Milano
  •  Rota&Jorfida

Comments are closed.