Un viaggio nella nuova metro di Milano: il film BLU

Dalla collaborazione tra Milano Design Film Festival e La Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, a fine luglio 2016, era nata una serata speciale nella grande cattedrale milanese con la proiezione del film documentario L’infinita Fabbrica del Duomo, firmato dai registi Massimo D’Anolfi e Martina Parenti.

Ora il duo di registi, che lavora insieme dal 2006, presenta il film BLU (2018, 20′), visibile in anteprima presso il MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA il 21, 22 e 23 dicembre. (Qui le info).

BLU racconta un viaggio notturno e sotterraneo all’interno della TBM (Tunnel Boring Machine), il macchinario utilizzato per scavare i tunnel e le metropolitane di tutto il mondo. La partenza della TBM, che sta lavorando per la realizzazione della Linea Metropolitana 4 di Milano, da una stazione e il suo arrivo alla successiva, segnano le tappe del film, un passaggio che va dal buio del lavoro sotto terra all’approdo in stazione, quando la rottura della paratia libera i lavoratori dalle viscere della terra e dalla loro notte infinita. Lo sguardo del film è rivolto ai luoghi normalmente inaccessibili e invisibili e mostra l’indissolubile legame tra uomini e macchine, tra alta tecnologia e lavoro manuale, tra sicurezza e paure ancestrali, tra programmazione e casualità. BLU è un omaggio a tutti i lavoratori invisibili.

I registi Martina Parenti e Massimo D’Anolfi saranno presenti in sala alla proiezione di domenica 23 dicembre alle ore 17 presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema. Blu è un film prodotto da MONTMORENCY FILM, in collaborazione con Rai Cinema e con il supporto di Lombardia Film Commission Film Fund 2017. La metropolitana M4, promossa dal Comune di Milano, è realizzata dalla società concessionaria M4 spa i cui soci sono lo stesso Comune, le imprese costruttrici (Salini Impregilo, Astaldi, Ansaldo STS, Hitachi Rail Italy, Sirti) e il gestore Atm.

 

 

Comments are closed.