Ecco la giuria dell’Architecture Film Award

L’Architecture Film Award (AFA) è il Premio Internazionale di Cinema e Architettura, nato dalla collaborazione tra MDFF e la Fondazione dell’Ordine Architetti di Milano ed è finalizzato alla selezione di pellicole (fiction, documentari, lungometraggi, corti) incentrate su diverse scale dell’architettura e del paesaggio.

Le opere pre-selezionate faranno parte del programma di MDFF 2019 e durante i giorni del Festival (24-27 ottobre 2019) saranno valutate da una giuria internazionale che assegnerà i premi per le due categorie: Architecture’s film Studio’s film.

Ecco di seguito l’elenco dei membri della giuria dell’AFA con le loro biografie. Per leggere quelle complete di ognuno e per qualsiasi ulteriore info trovate tutto sul sito: www.architecturefilmaward.com.

Marco Müller: presidente giuria AFA
Storico e critico di cinema, ha scritto vari saggi e volumi monografici. È titolare della Cattedra di Stili e tecniche del cinema e responsabile del modulo Filmare l’architettura presso l’Accademia di Architettura (Mendrisio) dell’Università della Svizzera Italiana. Ha prodotto 11 lungometraggi vincendo un Oscar per il miglior film straniero (No Man’s Land di Danis Tanovic, Bosnia) e vari premi in festival internazionali (Cannes, Berlino, Venezia). È stato direttore dei festival di Pesaro, Rotterdam, Locarno, Venezia e Roma. Nel 2015 ha curato la Selezione Ufficiale del Beijing International Film Festival e diretto la programmazione del Silk Road International Film Festuival (Fuzhou). Nel 2016 ha creato l’International Film Festival & Awards Macao. Nel 2017 ha creato (insieme a Jia Zhangke, Leone d’oro veneziano 2005) il Pingyao Crouching Tiger Hidden Dragon IFF (Pingyao, Shanxi), che ora dirige. Nella primavera del 2018 è stato incaricato dal Ministry of Culture and Sport della Georgia dell’invenzione di un festival di cinema e culture visive nella storica regione della Svanezia.

Marco Della Torre
Architetto e designer, ha lavorato con Umberto Riva, Pierluigi Cerri e Michele De Lucchi a Milano, con Fernau&Hartman a Berkeley-CA e con Stanley Saitowitz a San Francisco-CA. Dal 1998 al 2014 con il suo studio di Milano ha creato allestimenti per gallerie e musei d’arte contemporanea in tutto il mondo per artisti come Vito Acconci, Vanessa Beecroft, Carsten Höller e Anish Kapoor tra gli altri. Nel 1995 ha curato la rassegna Sopralluoghi di Cinema e Architettura per la Triennale di Milano e per il Museo Pecci d’Arte Contemporanea di Prato. Dal 2002 è stato consulente di istituzioni museali pubbliche e private e ha tenuto seminari sul tema dell’allestimento inteso come “total display” in vari atenei d’Italia e presso il MIT Media Laboratory, Boston-USA. Nel 2008 è stata pubblicata la monografia di LOGOS “Marco Della Torre, Design for Art/Il Progetto per l’Arte”, a cura di A. Saibene e S. Suardi con introduzione di Germano Celant. Dal 2011 coordina a Mendrisio la Direzione dell’Accademia di architettura, dove ha curato pubblicazioni, mostre, rassegne e conferenze. Dal 2018 è responsabile per le mostre al Teatro dell’architettura dell’USI.

Roberto Pisoni
È direttore di Sky Arte HD dal 2012, anno di partenza del canale, e guida lo Sky Arts Production HUB (polo internazionale per la produzione di contenuti culturali) sin dalla sua creazione avvenuta nell’aprile del 2015. Ha lavorato per i canali cinema di Sky Italia fin dal lancio, nel 2003, prima in produzione e poi all’interno della direzione creativa contribuendo a definire il brand e l’identità di rete. Dal 2009 ha ricoperto il ruolo di Programming Manager di Sky Cinema. In precedenza ha lavorato per il canale Studio Universal come autore, programmista regista e promo producer. Il suo lavoro televisivo è stato premiato in numerose occasioni. Tra i premi vinti: 4 Gold Promax Awards, 3 Silver Promax Awards, 2 Silver Telly Awards, 1 D&AD Award, 2 Eutelsat Award, 1 Gold e 1 Silver Award al New York Festival.

Davide Rapp
Laurea in Architettura (2005) e Dottorato in Interior Design (2015) al Politecnico di Milano. Ha partecipato alla 14a Biennale di Architettura di Venezia – Fundamentals (Biennale Venezia, 2014) con “Elements”, un film di montaggio per la stanza introduttiva della mostra “Elements of Architecture”. Ha partecipato alla 3rd Istanbul Design Biennale 2016 con il video  “Fictional Humanisms: A Critical Reportage”. Autore di video installazioni per mostre ed eventi, ha presentato film di montaggio e video-essay in festival nazionali ed internazionali (Milano Design Film Festival, Milano Film Festival, Festival Internacional de Cine Las Palmas De Gran Canaria, Budapest Architectural Film Days, Gent Film Festival). Ha presentato lavori e ricerche in scuole internazionali di design, architettura e comunicazione Dal 2015 è Docente a contratto dei corsi di “Scenografia” e “Design dell’Evento” alla Facoltà di Architettura di Genova. Dal 2016 collabora con la rivista Icon Design curando la rubrica “A Scena Aperta” dedicata agli interni nei film e nelle serie televisive.

Francesco Clerici
Laureato in Storia e Critica dell’Arte alla Statale di Milano, è scrittore, filmmaker e collaboratore dell’artista Velasco Vitali. Dal 2009 lavora con la CICAE (Confédération Internationale des Cinéma d’Art e d’Essai) e tiene corsi per università (Bicocca e IULM di Milano, Università degli studi di Pavia e di Milano, Università degli studi di Parma). Il Gesto delle Mani, suo primo lungometraggio, è stato presentato al Festival del Cinema di Berlino 2015, sezione FORUM, vincendo il premio della critica internazionale FIPRESCI. I suoi lavori sono stati presentati in Festival di tutto il mondo (tra cui BFI London Film Festival, Viennale, RIDM Montreal, Sarajevo film festival, 2Morrow film fest Moscow, Dok.fest Munich, Busan international short film festival), e in vari musei e gallerie d’arte. Tra i suoi titoli: Giancarlo Vitali: Time Out (2017, 32’); Gillo Dorfles. In un bicchier d’acqua (2017, 11’) prodotto da MIR Cinematografica e Milano Design Film Festival; Maneggiare con cura (2017, 78’).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.