Design Through Awareness. Il panel discussion #3 del MDFF 2016


Panel Discussion #3 – DESIGN THROUGH AWARENESS
sala 200, Anteo spazioCinema
Venerdì 7 Ottobre 2016, ore 14.30

Non parliamo di charity. Vogliamo raccontare un’attitudine al fare, una consapevolezza che osserva il mondo e lavora per migliorare la qualità della vita di tutti. Per fare questo dobbiamo cambiare rotta, provare a modificare le priorità economiche, sociali, di scambio che regolano il nostro quotidiano. È chiaro a molti che la società moderna sta attraversando un periodo di crescita insostenibile basato su tre fattori d’illimitatezza: la produzione, il consumo e i rifiuti mascherandoli sotto l’illusione di uno sviluppo sostenibile. È anche chiaro che è necessario ritrovare i limiti perduti e parallelamente impegnare noi stessi nella ricerca dei mezzi con cui ricucire il legame con il pianeta Terra che continuiamo a vessare inseguendo un nostro ideale di progresso. Pensando al futuro, che è adesso, l’antropologo Marc Augè coniuga scienza e futuro, ossia rimette in onore l’aspetto della scienza che più si discosta dalla tracotanza e dalla dismisura, e dai loro guasti planetari. Solo la sistematica messa in dubbio delle nozioni di certezza, verità e totalità permette infatti di rompere il cerchio magico che appiattisce l’avvenire su un eterno, allucinato presente. Un altro pensiero fondante per una diversa lettura della nostra quotidianità viene dall’economista e filosofo francese Serge Latouche. Tra le sue affermazioni c’è la definizione delle 8 R – riutilizzare, riciclare, ridurre, ristrutturare, rilocalizzare, ricontestualizzare, ridistribuire, rivalutare. Utilizzando questo vocabolario abbiamo deciso di organizzare una tavola rotonda per presentare e raccontare alcune iniziative già all’opera. Sono esempi concreti di fare e pensare consapevole. È un lavoro di ingegneria sociale che vuole diffondere un nuovo eco sistema dove il lavoro ha un ruolo centrale ed è il punto di partenza per diffondere una nuova cultura fatta di rispetto e consapevolezza.

Partecipano all’incontro:
Daniela Fantini, Amministratore Delegato Fantini Rubinetti
Patrizia Scarzella, Vice Presidente Associazione DComeDesign
Ilaria Venturini Fendi, designer e titolare di Carmina Campus
Caterina Micolano, Socially Made in Italy
Alberto Cannetta, architetto fondatore Il Nodo
Stefano Cardini, redazione Icon Design
Giulio Iacchetti, designer e fondatore di Internoitaliano
Vincenzo Linarello, presidente Cangiari
Modera: Silvia Robertazzi, direttrice e cofondatrice del Milano Design Film Festival

 

 

Comments are closed.