Cinema nascosto #4

Casa verdi, Cinema nascosto#4

Un omaggio a Francesco Rosi in Casa Verdi. Il quarto appuntamento di Cinema nascosto nel segno della musica

L’invito era esteso anche agli ospiti della Casa, che si sarebbero potuti trattenere solo entro l’ora di cena. Da qui la convocazione insolita di sabato pomeriggio, invece che di martedì sera. Non solo monumento storico, ma residenza viva e attiva, la Casa di riposo per musicisti voluta da Giuseppe Verdi, è pervasa dalla musica ed è stata da lui stesso consegnata ai posteri come “l’opera mia più bella”. Per evocare la sostanza di cui è fatta, incrociando tributi e relazioni, Cinema nascosto ha proposto la Carmen di Georges Bizet, nella trasposizione cinematografica di Francesco Rosi, l’acclamato regista italiano mancato all’inizio dell’anno.

Con la sua eccentricità, la scelta mirava a ricostruire l’atmosfera nella quale l’altrettanto eccentrica opéra-comique vide la luce nel 1875. La storia della Carmen è nota, come è noto che fu non subito compresa per l’innovazione del genere lirico, né dal pubblico né dalla critica. È stato l’ultimo lavoro del musicista francese, che morì di lì a poco, appena trentaseienne, pare per il grande dispiacere del mancato riscontro. Particolare la relazione con Verdi (1813-1901), che, nel generoso progetto filantropico della Casa in piazza Bonarroti, inaugurata nel 1902 su un progetto architettonico ottocentesco di Camillo Boito, spese gli ultimi due anni della sua vita. Due opere che esprimono, nella traiettoria risolutiva dell’ultimo gesto, sentimenti fondativi dell’epoca che andava formando, sulla scia della fratellanza e della libertà, l’emancipazione della modernità.

L’occasione del quarto appuntamento di Cinema nascosto – che di fatto intende proporre il semplice piacere di scoprire o riscoprire titoli vicini ai luoghi che lo accolgono – si è così volontariamente allontanato da ogni riferimento transdisciplinare per compiere un balzo nell’universalità dei sentimenti e della musica, colto a pieno nel 1984 dalla maestosa regia di Rosi. Non mirato solo ai melomani, ha in parte spiazzato il pubblico, accompagnato, prima della proiezione, alla scoperta della residenza con le guide volontarie del Touring.

Le peregrinazioni nel tempo e nello spazio in compagnia di Cinema nascosto proseguiranno con una prossima tappa, a giugno. Di più non possiamo svelare…

Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4 Casa verdi, Cinema nascosto#4
<
>
Casa verdi, Cinema nascosto#4, foto Giulia Vergara
In collaborazione con

Casa Verdi

Service partner
  • 1Anteo
  •  Istituto Italiano Fotografia
  •  Ordine Architetti Milano
  •  Pubblimetal
  •  L_SAE
  •  TVM

Comments are closed.