Caccia alle farfalle

È il film che fa riconciliare il regista – nato a Tblisi nel 1934 e costretto a traferirsi a Parigi nel 1982 – con la critica russa, che gli assegna nel 1993 il Premio Tarkovskij del Festival di Mosca. Fra le scene, che sembrano quadri di una narrazione sfasata, fil rouge è il consueto sguardo lucido e ironico con cui Iosseliani illumina soggetti materiali e immateriali. Una grande leggerezza attraversa l’autunno del paesino nel Sud della Francia nel quale sono avvolti un castello del XVII secolo e i suoi abitanti odierni. È l’autunno dell’età dei protagonisti principali. È l’autunno che si presta a vivere il castello in un passaggio di proprietà a un’azienda immobiliare giapponese che ne sancisce la trasformazione. È l’autunno di un’epoca che cede il passo a un’altra, modificando la cultura sociale. Nell’impossibilità di rimettere tutte le cose al loro posto, la leggiadria – annunciata fin dal titolo per rievocare l’attività con cui si dilettavano in gioventù la proprietaria della antica dimora e sua cugina – è sottolineata dalla presenza surreale di una comunità krishna ospite nel giardino. Quasi un monito a conoscere e seguire la vera essenza della vita, nonostante gli incalzanti ritmi mondani, e a ribaltare lo sguardo fra chi si lancia e chi non si lancia nella corsa pazza che fa muovere il mondo, fermata, nel film, da un’altra presenza esotica e simbolica: il marajà. Nel continuo rincorrersi delle vicissitudini, si riflette su come riuscire a preservare i valori del passato, e la loro bellezza, nell’inevitabile divenire del tempo. Senza per questo farsi assalire dalla nostalgia e senza negare i sentimenti che implicano la perdita e i momenti di rottura. Pure se “quando si nasce in una casa, ci si vorrebbe anche morire”.
Caccia alle farfalle (La chasse aux papillons)
Regia: Otar Iosseliani
Francia 1992
durata:112 min.
  • 1Anteo
  • 3Azienda Agricola Barbara Avellino
  • 2Chocolat
  • 4Istituto Italiano Fotografia
  • 5Ordine Architetti Milano
  • 6L_SAE
  • 7TVM
  • Trattoria Meneghina

Comments are closed.