Perché un film su Michele De Lucchi

MicheleDeLucchi

To tell of the Radical architecture, the work with artisans, the Memphis adventure and his hidden passions.

Per raccontare dell’architettura radicale, del lavoro con gli artigiani, dell’avventura di Memphis e delle sue passioni nascoste.

Why a film about Michele De Lucchi?
The answer occurs naturally, as you will listen to this architect. Which tells of the Radical architecture, the conceptual experiments, the work in Olivetti and the intense relationship with Ettore Sottsass. The adventure of Memphis. Buildings and objects. One of the most famous objects in the world, the Tolomeo lamp, which he designed for Artemide in 1985. The work with artisans, why at some point he picked up a chain saw and started making small wooden houses. And so the film is built almost by itself. With super-8 films of the ’70s, with the performances of Cavart group. With black and white photos of De Lucchi dressed as Napoleon in front of the Milan Triennale. With the assembly of the Olivetti Syntesis, where in 1979 he began working. With original LP Blonde on Blonde by Bob Dylan, who was spinning unceasing on the turntable the night in December 1980, when he founded the Memphis. With the work of the artisans. With the architecture projects in Milan, Venice, Georgia. With the steps of processing and assembly of the lamp Tolomeo. With Michele De Lucchi, who fills with petrol his chainsaw and begins to cut and shape large logs of wood in his private space, the Chioso, in Angera.

Perché un film su Michele De Lucchi?
La risposta si presenta naturalmente, via via che si ascolta questo architetto. Che racconta dell’architettura radicale, del lavoro in Olivetti e dell’intenso rapporto con Ettore Sottsass. Dell’avventura di Memphis. Degli edifici e degli oggetti. Della lampada Tolomeo, che ha progettato per Artemide nel 1985. Del lavoro con gli artigiani, del perché a un certo punto ha preso in mano una motosega ed ha iniziato a realizzare piccole casette in legno. E così il film si costruisce quasi da sé. Con i filmati in super 8 degli anni ’70, sperimentali, con le performance del gruppo CAVART. Con le foto in bianco e nero di De Lucchi vestito da Napoleone davanti alla Triennale di Milano. Con la catena di montaggio della Olivetti Syntesis, dove nel 1979 De Lucchi ha iniziato a lavorare. Con LP originale Blonde on blonde di Bob Dylan, che girava incessante sul giradischi la notte di dicembre 1980 quando è nata la Memphis. Con i lavori di architettura a Milano, Venezia, in Georgia. Con le fasi di lavorazione e l’assemblaggio della lampada Tolomeo. Con Michele De Lucchi che riempie di benzina la sua motosega ed inizia a tagliare e modellare grossi ceppi di legno nel suo spazio privato, il Chioso, ad Angera.

Film profile

Director: Alessio Bozzer
Year: 2013
Language: Italian
Duration: 65 mins
See trailer

Screened at MDFF 2013

Comments are closed.